Socialize

A teatro con Cesare Lanza

Print Friendly, PDF & Email

Cesare Lanza

"Sarà un vero e proprio esperimento, un test che durerà 10 giorni. Finalmente metterò in scena un'idea che da un po' di tempo mi frullava in testa": con queste parole Cesare Lanza - giornalista, autore tv, scrittore - comincia a raccontare la sua ultima fatica, questa volta teatrale, intitolata "La berlusconeide", per la regia di Gian Carlo Nicotra.
Lo spettacolo, sul palco del Teatro dei Comici di Roma a partire da oggi e fino al 7 novembre, è un vero e proprio mix di generi, secondo lo stile ormai ben noto del suo autore. Abbiamo incontrato Lanza a poche ore dal debutto in scena, durante le prove generali.
Cosa dobbiamo aspettarci da questo spettacolo? Il titolo è tutto un programma...
"L'idea è quella di proporre una cosa che sia in parte varietà puro, senza alcun cenno di volgarità, e in parte talk show, con interventi liberi da parte degli spettatori in sala che potranno dialogare direttamente con gli attori. L'argomento è l'attualità, come si capisce dal titolo. Parleremo di Berlusconi, che con le sue vicende private e pubbliche è al centro di tutti i dibattiti. Se questo spettacolo dovesse funzionare potremo poi affrontare altri argomenti, come la vicenda Marrazzo, l'amore tra Clooney e la Canalis, la fine della carriera di Briatore. Ovviamente con tutti gli orpelli necessari, come si conviene a un varietà".
Sarà quindi un piccolo e dissacrante specchio dell'Italia di oggi.
"Nel nostro Paese tutto si sta arroventando. Le parole sono diventate violente, c'è una grande e reciproca aggressività. Ci si è dimenticati che, se uno vince le elezioni, deve poter governare, ma anche che l'opposizione deve poter svolgere il suo ruolo. E poi c'è sempre il rispetto della privacy, che deve essere tutelato. Rimpiango davvero una figura come quella di Sciascia, un intelletuale libero, autonomo e autorevole. Oggi come lui non ce ne sono. Con questo spettacolo in fondo voglio porre una domanda: è ancora possibile oggi sorridere e prendersi un po' in giro? Voglio proprio vedere come reagirà il pubblico".
In scena ci saranno alcuni ragazzi di Studio 254, l'accademia da lei diretta.
"Sì, per la prima volta alcuni di loro saliranno su un vero palco, accanto a professionisti come Gabriele Marconi e Enzo Costanza. Sono particolarmente orgoglioso di Michela Lupo, che interpreterà la parte di Veronica Lario e di Gianna Pala Contini, due allieve particolarmente brave".
Qual è il bilancio della sua accademia, ora che è cominciato il secondo anno di corsi?
"Molto positivo. Abbiamo aumentato il numero degli allievi rispetto allo scorso anno. Il mio motto è niente teoria e tutta pratica. Alcuni dei ragazzi hanno già trovato lavoro in teatro, altri a Sky o alla Rai. In fondo io sono un talent scout: lo sono stato anche nel giornalismo, quando ho scoperto Ferruccio De Bortoli e Gian Antonio Stella".

Articoli che potrebbero interessarti

  • 68
    Patrizio Cigliano torna dopo tre anni in teatro con il suo "A cuore aperto", uno spettacolo da lui scritto e diretto che ha raccolto costanti consensi sia da parte di critica e pubblico attraverso la storia di due ottantenni, il loro profondo amore, la loro vita, le traversie della Guerra…
    Tags: è, in, teatro, spettacolo, si, come
  • 53
    Glauco Mauri quest'anno compie 80 anni. Un anniversario importante per un attore come lui, di grande talento e di infinita esperienza, che ha dedicato tutta la vita al teatro, raggiungendo sempre ottimi livelli. Anche l'ultimo spettacolo, "L'inganno" (titolo originale "Sleuth", letteralmente "segugio"), in scena al teatro Valle fino al 28…
    Tags: in, si, scena, spettacolo, è, teatro, vero, come
  • 52
    Dal 14 al 18 novembre la “Compagnia del Delfino” sarà ancora sulla scena teatrale romana con una nuova performance, “Sotto accusa”, un “legal drama” scritto da Fiammetta Veneziano. Fiammetta è un’attrice di grande temperamento, versatile, passionale e concreta allo stesso tempo, dotata di una singolare sensibilità che le permette di…
    Tags: in, è, come, teatro, scena
Pubblicato da nel 27 ottobre 2009 alle ore: 17:20. Archiviato sotto Interviste,Spettacolo,Teatro. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>