Socialize

“I FUStigati” gli artisti dopo i tagli al FUS; Cantieri Koreja

Print Friendly, PDF & Email

Cantieri Teatrali Koreja

Teatro Stabile d'Innovazione del Salento. Una delle realtà più vive e straordinarie in quella terra - il Salento - che non cessa mai di stupire. Teatro vero, sperimentazione ma, soprattutto , il desiderio di costruire una stabilità culturale in luoghi dove tutto è più difficile. Abbiamo intervistato Franco Ungaro, direttore organizzativo...

 

Quanto prendevate lo scorso anno e quanto prendete ora dal FUS?

Nel 2008 abbiamo ricevuto 174.002,00 € per l’attività che realizziamo come teatro stabile d’innovazione per la ricerca e la sperimentazione e 22.000,00 € per l’attività di danza che ospitiamo nel nostro teatro. Credo siamo gli ultimi nell’elenco dei teatri stabili d’innovazione. Il riconoscimento è arrivato in tempi di vacche magre ed è difficile scalfire la regola della ‘storicità’ (prende di più chi ha avuto il riconoscimento negli anni 80 e 90 anche a parità di attività e performance). Come probabilmente sapete le assegnazioni per il 2009 non sono ancora state effettuate; le assegnazioni sono previste il prossimo 17 e 18 novembre. Da informazioni che circolano, il taglio dovrebbe essere dal 5 al 10%.

Quali problemi comporterà questo taglio?

I danni sono già stati fatti perché tutti i teatri hanno realizzato le attività senza conoscere l’entità del finanziamento statale, esponendosi a rischi e danni notevoli oltre che naturalmente infilarsi una gestione avventata dei propri bilanci

In termini di programmazione ci saranno delle variazioni?

Rispetto ai tagli previsti ci siamo cautelati riducendo le giornate di ospitalità. Ciò vuol dire minore offerta sul territorio che comporterà calo di presenze e di consumi culturali. In una città come la nostra con un solo cartellone teatrale il taglio va a penalizzare insieme a Koreja direttamente i cittadini.

Avrete problemi per quanto riguarda le risorse umane?

Avevamo programmato incrementi salariali e premi per il personale oltre alla stabilizzazione di contratti di lavoro a tempo determinato. Tutto è rinviato a tempi migliori (che è difficile intravedere)

Qual è il rapporto tra la sovvenzione FUS e quanto percepite dagli incassi?

Per l’anno 2008 il rapporto è stato del 50,34 % (incassi 87.590,68 € su sovvenzione 174.002,00€), per l’anno 2007 il 70,42% (incassi 91.486,26€ su 129.921,00€ di sovvenzione). Se ai dati degli incassi si aggiungono le entrate derivanti dalla vendita di spettacoli, si vede come la sovvenzione FUS non supera il 15 del nostro bilancio.

Cosa ne pensa della proposta di legge Carlucci in materia di spettacolo?

Abbiamo ospitato giovedì scorso l’on. Carlucci nel nostro teatro per presentare la proposta di legge. L’impianto generale mi sembra buono. Occorrerebbe però ancora maggiore coraggio per eliminare sprechi, rendite di posizione per buttare giù carrozzoni inutili e dannosi. Sono d’accordo con principi di maggior trasparenza e merito. Ma il mio personalissimo parere è che bisognerebbe riscrivere daccapo il sistema teatrale italiano, costruendo un’idea di teatro nazionale (uno massimo due in ogni regione) superando e cambiando la logica localistica e restrittivamente territoriale fin ora perseguita. Non sono d’accordo con la pretesa delle Regioni di ricevere tutto il FUS.

Cosa pensa delle ultime esternazioni del ministro Brunetta che dice “basta fondi per lo spettacolo, tutti sul mercato a lavorare seriamente”?

Brunetta può dire quel che dice perché 25 anni di FUS non sono stati esemplari. La maggior parte delle imprese di spettacolo lavora seriamente (in tanti casi rappresentiamo l’immagine migliore dell’Italia all’estero, le nostre produzioni in questo momento ricevono premi e richiesti dall’estero) ed è già sul mercato. E non da ora. Nel nostro bilancio il FUS rappresenta il 13,70 % del valore della produzione

Articoli che potrebbero interessarti

  • 80
    A margine della recensione sull’ultimo album del Pollock Project (Quixote, Tre Lune Records, Helikonia 2013), abbiamo l’occasione d’incontrare Marco Testoni. Questo il piacevole dialogo, abbastanza raro per un incallito intervistatore come il sottoscritto. Buona lettura. Immaginiamo di stare su un palco buio e tu sotto le luci di uno Spot.…
    Tags: è, non, in, l, per, più
  • 70
    La compagnia delle marionette degli Accettella è una delle più note e blasonate della capitale. Teatro d'innovazione - vera e non solo sulla carta - al servizio dell'infanzia. Un'infanzia che però, grazie alla riforma Gelmini, rimane in classe e non va a teatro perchè non ci sono insegnanti che accompagnano.…
    Tags: non, per, è, l, fus, i, più, in, abbiamo, sovvenzione
  • 70
    Una questione di serie B. Sto per togliermi sciarpa e cappello, quando il cellulare di servizio diffonde nella stanza il suo grido di angoscia.   La suoneria, col potere evocativo di un sole caldo e di un mare che si fa spazio fra la miriade di pesci tropicali iridescenti e…
    Tags: in, è, non, per, nel, l, i, come
Pubblicato da nel 17 novembre 2009 alle ore: 9:30. Archiviato sotto Inchieste. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>