Socialize

Glauco Mauri: 80 anni di talento e passione per il teatro

Print Friendly, PDF & Email

Glauco Mauri con Roberto Sturno ne "L'inganno"

Glauco Mauri quest'anno compie 80 anni. Un anniversario importante per un attore come lui, di grande talento e di infinita esperienza, che ha dedicato tutta la vita al teatro, raggiungendo sempre ottimi livelli. Anche l'ultimo spettacolo, "L'inganno" (titolo originale "Sleuth", letteralmente "segugio"), in scena al teatro Valle fino al 28 marzo, non tradisce le aspettative.

Mauri, interprete e regista, ne è il mattatore indiscusso: la sua voce e il suo corpo sono strumenti perfetti per tradurre sul palco questa pièce scritta da Anthony Shaffer nel 1970, che si colloca a metà strada tra la commedia e il thriller psicologico. "L'inganno" presenta un testo di estrema efficacia, in cui il linguaggio serpeggia fluido e diretto fino a coinvolgere sapientemente lo spettatore.

Due uomini si affrontano per una donna: da una parte il vecchio marito, scrittore di successo, alla continua ricerca di un modo per sfuggire alla noia della vita, dall'altra il più giovane amante, spiantato ma pieno di promesse per il futuro, desideroso di un riscatto sociale. I due mettono in piedi un gioco bizzarro dagli incastri serrati, un quiz cattivo, una sarcastica parodia dell'esistenza per decretare chi tra loro sarà il vincitore assoluto. Ma ne "L'inganno" niente è davvero come sembra: lo spettacolo è un insieme di colpi di scena e di sentimenti contrastanti in cui la vittima e il carnefice si scambiano continuamente i ruoli, in un crescendo di ritmo, tensione e comicità.  E Mauri, accompagnato in scena dal sempre bravo Roberto Sturno  - che veste i panni del coprotagonista -, veicola l'humor, l'ironia, la crudeltà, lo studio psicologico raccontati da Shaffer con una naturalezza che raddoppia la credibilità di un testo già di per sè valido.

Una volta capito a che gioco si sta giocando, la palla rimbalza allo spettatore, l'unico, vero "sleuth" dello spettacolo: sarà lui soltanto a dover comprendere quali regole possono ancora essere valide e quali sia il vero enigma da decifrare.

Articoli che potrebbero interessarti

  • 65
    Patrizio Cigliano torna dopo tre anni in teatro con il suo "A cuore aperto", uno spettacolo da lui scritto e diretto che ha raccolto costanti consensi sia da parte di critica e pubblico attraverso la storia di due ottantenni, il loro profondo amore, la loro vita, le traversie della Guerra…
    Tags: è, in, teatro, spettacolo, si, per, come
  • 62
    E' stato approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto legge “L’Istruzione riparte”, per apportare alcune riforme nella scuola e nell'università. Molti gli interventi che potrebbero sensibilmente migliorare la situazione generale dell'istruzione, che da anni denuncia la necessità di misure organizzative urgenti, oltre alla cronica mancanza di fondi disponibili. Oltre agli…
    Tags: per, in
  • 62
    CAP. III Due donne infelici Gregorinne è sveglia dall’alba. Quante volte ha provato a girarsi per cambiare posizione, ma solo dopo vari tentativi andati a vuoto ci è poi riuscita. Fa leva solo sulle sue braccia pur sapendo che neanche queste le danno tanta garanzia di forza, ma rappresentano le…
    Tags: per, si, è, in, i, come
Pubblicato da nel 23 marzo 2010 alle ore: 12:00. Archiviato sotto Recensioni,Spettacolo,Teatro. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>