Socialize

Cinecittà occupata: sciopero di 5 giorni dei lavoratori

Print Friendly, PDF & Email

I dipendenti di Cinecittà in protesta

"Cinecittà occupata": è questa la scritta che campeggia davanti all'entrata degli stabilimenti di Cinecittà Studios, divenuti teatro di una protesta che non vuole fermarsi. I lavoratori di Cinecittà Studios e Cinecittà Digital Studios hanno iniziato un'occupazione a oltranza mercoledì scorso, dormendo in tende da campeggio sul tetto dell'edificio di ingresso o in strada, e sfidando il caldo torrido di questi giorni.

Lo sciopero di 5 giorni appena proclamato li porterà il 10 luglio a un tavolo organizzato al Mibac per discutere del destino di Cinecittà, durante il quale le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil Comunicazione e Ugl spiegheranno le ragioni della protesta. Le questioni da affrontare sono tante, così come le paure dei lavoratori, che vedono di fronte a sè lo spettro della precarietà o, peggio ancora, della disoccupazione, oltre al definitivo tramonto del mito di quella che tanti anni fa veniva chiamata la Hollywood sul Tevere.

Al centro della polemica il piano di risanamento aziendale, con la possibilità di costruire all'interno degli stabilimenti un albergo, una beauty farm e un parcheggio, e l'esternalizzazione di tre settori cruciali (post produzione, costruzione delle scenografie e parco macchine) con il conseguente ingresso di altre società (e nessuna garanzia per le maestranze di Cinecittà). I lavoratori lamentano un atteggiamento "inaccettabile" da parte dell'azienda, restia al confronto. Per questo l'obiettivo ora è rivolgersi alle istituzioni (Mibac e Ministero dell'economia) sperando in una soluzione concreta: quello che è certo, a detta dei lavoratori, che "la protesta non si fermerà. Questo è solo l'inizio".

Articoli che potrebbero interessarti

  • 68
    A margine della recensione sull’ultimo album del Pollock Project (Quixote, Tre Lune Records, Helikonia 2013), abbiamo l’occasione d’incontrare Marco Testoni. Questo il piacevole dialogo, abbastanza raro per un incallito intervistatore come il sottoscritto. Buona lettura. Immaginiamo di stare su un palco buio e tu sotto le luci di uno Spot.…
    Tags: è, non, in, per
  • 67
    Nasce sotto le polemiche la 30esima edizione del Torino Film Festival che domani aprirà i battenti. Il regista cult Ken Loach ha deciso infatti di disertare la manifestazione e di non ritirare il premio Premio Gran Torino appena assegnatogli. Il fatto è che Loach non approva il comportamento del Museo…
    Tags: i, non, in, lavoratori, è, per, dei
  • 66
    E' stato approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto legge “L’Istruzione riparte”, per apportare alcune riforme nella scuola e nell'università. Molti gli interventi che potrebbero sensibilmente migliorare la situazione generale dell'istruzione, che da anni denuncia la necessità di misure organizzative urgenti, oltre alla cronica mancanza di fondi disponibili. Oltre agli…
    Tags: per, in
Pubblicato da nel 6 luglio 2012 alle ore: 14:59. Archiviato sotto Cinema,Politiche Culturali. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>