Socialize

Scuola, 24 novembre sciopero generale

Print Friendly, PDF & Email

Perchè il nostro paese sceglie di distruggere la scuola (pubblica)?

sciopero della scuola il 24 novembre

Il 24 novembre prossimo la scuola scenderà in piazza contro i tagli del governo. La formula di rito che noi della stampa usiamo solitamente in questi casi non rende bene l'idea di come si viva all'interno della più importante agenzia educativa e formativa del nostro paese, la contrazione di risorse, tempi, mezzi, aule, sussidi, personale, che ormai da vent'anni si subisce senza vedere una diversa inversione di tendenza. Qui la questione è sostanziale: il nostro paese sta andando scandalosamente verso una strada opposta a quella scelta dal Parlamento Europeo che punta e investe per i prossimi 10 anni sulle risorse creative, intellettuali e artistiche del proprio territorio. La rabbia sale sia tra gli studenti che tra i docenti. Se scende anche la passione - e ne avrebbe tutti i motivi - il sistema si ferma. Appuntamento per tutti alle ore 10.00 a Piazza del Popolo a Roma

Articoli che potrebbero interessarti

  • 64
    Melania Petriello, giovane giornalista, continua il suo percorso nel racconto della corruzione italiana: dopo la pubblicazione di  "Al mio Paese. Sette Vizi. Una sola Italia", libro edito da Edimedia, lo scenario si è allargato. Il libro ha preso le sembianze di un progetto più articolato, diventando altro, passando cioè attraverso…
    Tags: non, è, in, i, per, paese, più, tutti, si
  • 62
    A margine della recensione sull’ultimo album del Pollock Project (Quixote, Tre Lune Records, Helikonia 2013), abbiamo l’occasione d’incontrare Marco Testoni. Questo il piacevole dialogo, abbastanza raro per un incallito intervistatore come il sottoscritto. Buona lettura. Immaginiamo di stare su un palco buio e tu sotto le luci di uno Spot.…
    Tags: è, non, in, per, più
  • 62
    Il Natale per me è Assisi. Ogni anno torno qui, da Chiara e Francesco, per camminare sugli stessi ciottoli su cui hanno poggiato i loro piedi scalzi. Ho bisogno di sentire l’aria di santità di quel Francesco che indossava un saio ruvido per farsi scorticare la pelle nuda e calzava…
    Tags: è, non, per, si, in, i, come, più, gli
Pubblicato da nel 17 novembre 2012 alle ore: 17:18. Archiviato sotto Scuola & Formazione. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>