Socialize

JOB&ORIENTA, la Fornero rassicura i giovani

Print Friendly, PDF & Email

Venerdì scorso, come già annunciato, il ministro Fornero ha incontrato i giovani

della formazione professionale. Un appuntamento atteso a JOB&ORIENTA sia per il ruolo svolto dal ministro nelle scelte strategiche del governo Monti, sia perchè la platea era composta dagli studenti della formazione professionale che, in Italia, conta circa 160 mila iscritti ai corsi triennali di istruzione e formazione professionale. I ragazzi hanno posto domande al ministro chiedendo suggerimenti su come cercare un’occupazione, come comportarsi di fronte a proposte di lavoro in nero, cosa conta di più in un curriculum, se i titoli di studio o le esperienze lavorative fatte, quali saranno i settori di maggiore sviluppo economico nei prossimi anni e dunque di maggiori opportunità di inserimento per loro. E ancora esprimono i loro dubbi e le incertezze sul futuro, le raccontano il desiderio di inseguire i propri sogni e il timore di non riuscire a realizzarli.

JOB&ORIENTA Fornero rassicura i giovani

La formazione professionale è ancora oggi considerata come l'ultima spiaggia per quei ragazzi eslcusi dalla scuola dell'obbligo. Pochi sanno che negli ultimi anni questo tipo di formazione (e istruzione) è cresciuta molto sia in termini di offerta formativa - ottimi i docenti che insegnano - che di risultati che si ottengono per la prosecuzione degli studi che per alcuni degli studenti arriva in taluni casi perfino all'università. I numeri parlano chiaro, se fino a qualche anno fa era l'80% degli studenti a trovare un lavoro dopo un anno dalla qualifica, ora la percentuale - in tempi di crisi - arriva al 60%, numeri importanti se si considera che in ogni caso il 65% trova lavoro nell'ambito del tipo di qualifica ottenuta. Un sistema che, nonostante i risultati, fatica non poco ad avere i riconoscimenti che meriterebbe. Un sistema ibrido che vede palleggiarsi responsabilità ed oneri finanziari tra Ministero del Lavoro, Regioni e Stato.

Non in tutte le regioni è così, ma in tutte il senso di instabilità governa da sempre questo tipo di formazione e istruzione professionle. Il ministro Fornero ha detto che «Il momento della crisi non può essere oggi un alibi alla ricerca di soluzioni. La riforma (del lavoro - ndr) intende rispondere a questo attraverso l’apprendistato come veicolo primario di ingresso nel mondo del lavoro per i giovani, la flessibilità in uscita, gli ammortizzatori sociali, le politiche attive, perché il lavoro va cercato con l’aiuto di professionisti». Forse il ministro Fornero avrebbe dovuto aggiungere che la flessibilità in uscita molto spesso si traduce con la violazione sistematica dei diritti fondamentali della persona, quelli del lavoro/lavoratore sono ormai in via d'estinzione. Ma, ovviamente, un ministro del governo non è abilitato alla tutela dei giovani che aspirano ad un posto di lavoro.

Articoli che potrebbero interessarti

  • 80
    CAP. III Due donne infelici Gregorinne è sveglia dall’alba. Quante volte ha provato a girarsi per cambiare posizione, ma solo dopo vari tentativi andati a vuoto ci è poi riuscita. Fa leva solo sulle sue braccia pur sapendo che neanche queste le danno tanta garanzia di forza, ma rappresentano le…
    Tags: per, si, non, è, in, i, l, come
  • 78
    Cap. XI Addio Parigi Ho salutato Chantal. So bene che forse ci rivedremo tra altri dieci anni e che proverò tanta nostalgia di lei, di più di quella che provai all’indomani del diploma quando, ancora ebra di spumante, biglietti d’auguri e festoni, lei prese il primo volo per Parigi con…
    Tags: per, non, è, l, si, in, come, se
  • 77
    Cari lettori, inizia oggi una piccola, nuova avventura per 4ARTS: la pubblicazione di un giallo a puntate (un capitolo a settimana), firmato dalla nostra collaboratrice Annamaria Porrino. Nel pieno stile dell'autrice, si tratta di un lavoro accattivante, ricco di atmosfere e spunti di riflessione, che siamo certi apprezzerete. Buona lettura…
    Tags: per, in, si, è, l, i, non
Pubblicato da nel 26 novembre 2012 alle ore: 0:13. Archiviato sotto Scuola & Formazione. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>