Socialize

Petizione registi europei: eccezione culturale non negoziabile

Print Friendly, PDF & Email

Petizione registi europei: eccezione culturale non negoziabile

"L'eccezione culturale non è negoziabile!": è questo il titolo della petizione con la quale i più importanti registi europei chiedono all'Europa di escludere l'eccezione culturale dall'accordo di libero scambio tra Unione Europea e Stati Uniti. L'accordo, firmato lo scorso 13 marzo dalla Commissione Europea (guidata dal Commissario Karel de Gucht), include il cinema e l'audiovisivo tra gli ambiti della discussione degli scambi commerciali tra Europa e Stati Uniti in programma per la prossima estate.

Il rischio secondo i registi europei firmatari della petizione è quello di ridurre la cultura a pura merce di scambio, dimenticando il valore della diversità culturale e della creatività, ed eliminando di fatto lo status specifico delle opere audiovisive che le rende incompatibili con qualsiasi negoziazione commerciale.

Come di legge dal documento, "Vent’anni fa, grazie all’eccezione culturale, ottenuta a seguito degli accordi GATS, creatività e diversità linguistiche hanno visto il diritto di poter continuare a beneficiare di specifiche normative atte al loro supporto ed alla loro protezione. Il risultato è stato positivo per quanti volessero guardarlo con obiettività: la diversità culturale è oggi una realtà nella quasi totalità del territorio europeo, consentendo scambi e reciproca comprensione, rappresentando un vettore di crescita e di occupazione. L’Europa che tutti amiamo si è profondamente impegnata nel proprio contributo alla Convenzione UNESCO 2005 sulla Protezione e Promozione dell’Espressione della Diversità Culturale, ottenendone con orgoglio la ratifica nel 2006 da parte di altri 126 Paesi nel mondo. L’Europa che tutti amiamo è quella cui il mondo guarda con fierezza, in quanto iniziatrice e sostenitrice di questa grande idea. Con l’adozione del testo di negoziazione, che ridurrebbe la cultura ad un mero prodotto, la Commissione Europea (ad eccezione dei tre Commissari contrari in fase di voto) abbandona, di fatto, la propria posizione, inizialmente a favore dell’eccezione culturale, pertanto rinnegando i suoi stessi obiettivi ed impegni precedentemente assunti con l’art. 167 del Trattato di Lisbona, dimostrando una terribile duplicità".
Tra i nomi dei firmatari figurano registi del calibro di Michael Haneke, Jean-Pierre Dardenne, Luc Dardenne, Aki Kaurismäki, Costa Gavras, Radu Mihaileanu, Bertrand Tavernier, Margarethe von Trotta, Pedro Almodovar, Stephen Frears, Mike Leigh, Ken Loach, David Lynch. Per l'Italia la petizione è stata firmata da Marco Bellocchio, Leonardo di Costanzo, Emanuele Crialese, Giorgio Diritti, Sabina Guzzanti, Daniele Luchetti, Ivano de Matteo, Silvio Soldini, Paolo Sorrentino, Paolo Taviani, Vittorio Taviani, Marco Tullio Giordana, Paolo Virzi.

Articoli che potrebbero interessarti

  • 69
    Alla fine l'hanno spuntata Italia, Francia e Spagna, tra i massimi sostenitori della necessità di escludere la cultura e l'audiovisivo dall'accordo commerciale tra Europa e Stati Uniti: la cosiddetta eccezione culturale - per la difesa della quale il mondo del cinema si era mobilitato con una petizione la cui eco…
    Tags: culturale, cultura, commissione, i, in, non, mondo, per, eccezione, cinema
  • 62
    L'incontro si è aperto con l'intervento dell'On. SIlvia Costa Il dibattito sul futuro Programma “Europa Creativa” (2014-2020) a sostegno dell’audiovisivo e delle industrie culturali è il tema centrale della conferenza organizzata da MEDIA Desk Italia e The Business Street tenutasi il 15 novembre a Roma presso l'Auditorium di via Veneto…
    Tags: è, dell, l, europa, europea, commissione, per, cinema, i, dei
  • 59
    Il 14 giugno scorso ha avuto esito positivo la riunione che ha visto coinvolti a Bruxelles i ministri del Commercio dei paesi membri dell'Europa, riunitisi per delineare i contenuti delle future trattative commerciali tra il vecchio continente e gli Stati Uniti d'America. Il tema della salvaguardia dell'eccezione culturale è stato…
    Tags: culturale, è, i, non, per, l'eccezione, in, de, commissione, uniti
Pubblicato da nel 29 aprile 2013 alle ore: 0:49. Archiviato sotto Europa. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

2 Risposte a Petizione registi europei: eccezione culturale non negoziabile

  1. Pingback: Cannes: Bray conferma impegno eccezione culturale e tax credit - 4ARTS | 4ARTS

  2. Pingback: Strasburgo: Parlamento Europeo salva l'eccezione culturale - 4ARTS | 4ARTS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>