Socialize

Federculture: duro colpo alla cultura con la legge di stabilità

Print Friendly, PDF & Email

Federculture: duro colpo alla cultura con la legge di stabilità

Federculture attacca la legge di stabilità del governo Letta e chiede un intervento del Parlamento affinché vengano apportate delle modifiche al documento. A parlare è il Presidente Roberto Grossi che, intervenuto alla manifestazione LuBeC, ha commentato duramente la legge: "All’art. 16 del disegno di legge presentato dal governo vengono nuovamente ripristinati i vincoli di spesa e gestionali per le società, le aziende speciali e le istituzioni degli enti locali, anche del settore culturale, imbrigliandole nelle maglie della pubblica amministrazione. Queste, dunque, dovranno rispettare il patto di stabilità interno e una serie di divieti o limitazioni, tra cui quelli relativi alle assunzioni di personale. La legge, difatti, riformula l’articolo 114 del Testo Unico degli Enti locali abrogando la parte che prevedeva espressamente l’esclusione per le aziende culturali dall’applicazione del patto di stabilità, precedentemente introdotta grazie ad una battaglia di Federculture".

Secondo Federculture, quindi, si profilerebbe per il settore un futuro quanto meno minaccioso, in termini di crescita e sviluppo, anche occupazionale. Le nuove misure proposte dalla legge con il ripristino dei vincoli gestionali minerebbero  in sostanza l'autonomia delle istituzioni culturali e indebolirebbero la rete delle imprese della cultura di Enti Locali e Regioni con il concreto rischio non soltanto di non poter creare occupazione ma anche di non poter proseguire nella politica di miglioramento dei servizi offerti ai cittadini.

Articoli che potrebbero interessarti

  • 63
    Alla presenza del ministro Bray, è stato presentato ieri da Federculture il Rapporto Annuale relativo all'anno 2013, un documento approfondito e dettagliato che fotografa il settore dei beni e delle attività culturali. Dai dati emerge una situazione che di certo non si può definire rosea. Il settore della cultura è…
    Tags: non, i, cultura, in, federculture, per, settore, si, delle, culturali
  • 34
    Sul sito del Ministero dei beni culturali, è possibile effettuare tramite il nuovo modello on line la comunicaziome delle erogazioni liberali destinate ai beni culturali del nostro paese ma anche agli spettacoli, festival o altri organismi di spettacolo dal vivo. le erogazioni lberali sono donazioni in denaro in favore del…
    Tags: per, beni, culturali, in, delle, dei, i, imprese, è, art
  • 34
    Il celeberrimo Ponte di Rialto, uno dei fiori all'occhiello della città di Venezia, è tornato al suo antico splendore: è stata infatti ultimata pochi giorni fa l'opera di restauro e ripulitura nelle parti lignee e lapidee da quell'insieme vergognoso di graffiti, incuria e inciviltà di turisti e cittadini che anno…
    Tags: è, i, non, in, dal, per, cittadini, dunque, dei, beni
Pubblicato da nel 21 ottobre 2013 alle ore: 0:50. Archiviato sotto Politiche Culturali. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>