Socialize

Il Dalai Lama in Italia

Print Friendly, PDF & Email
Il Dalai Lama in Italia

Il Dalai Lama in Italia

(dall'inviato Davide Campo) - “Credo che ad ogni livello della società - familiare, tribale, nazionale e internazionale - la chiave per un mondo più felice e più di successo sia lo sviluppo della compassione. Non abbiamo bisogno di diventare religiosi, né abbiamo bisogno di credere in un'ideologia. Questo è tutto ciò che reputo necessario per per ognuno di noi al fine di sviluppare le nostre buone qualità umane”. Queste sono le parole con cui Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama, si è rivolto al suo pubblico in occasione dell’ultimo di una serie di incontri che si sono tenuti qui in Italia durante la sua visita in Toscana. Questa sua quinta visita nella regione con più praticanti buddisti in Italia, nonché punto di riferimento a livello europeo per questa stessa comunità, si è divisa fra l’Istituto Lama Tsong Khapa nella provincia di Pisa (12 e 13 Giugno) e il Modigliani Forum, a pochi metri dalla stazione di Livorno (14 e 15 Giugno). Gli insegnamenti e le massime di questo gioioso e sorridente saggio buddista hanno raggiunto ogni angolo del mondo grazie alla trasmissione live in rete di audio e video delle conferenze. La visita del XIV Dalai Lama ha anche nuovamente posto all'attenzione dei media quella tragedia ormai dimenticata che si sta consumando in Tibet dal 1949 con l’invasione da parte della Repubblica Popolare Cinese e che, come solo in pochi sanno, continua senza sosta da 65 anni negli stessi istanti in cui leggiamo queste parole. Ma nonostante i pestaggi, le privazioni, la mancanza di qualunque libertà, il popolo tibetano non ha mai ceduto al ricatto della società moderna e non è caduto nel baratro della violenza: opponendosi con mezzi non violenti e appellandosi alle comunità internazionali, monaci e laici continuano a battersi per la loro causa. E è proprio con la comprensione di queste “buone qualità umane” riassunte nel comportamento di chi lotta nel rispetto della vita, che possiamo avvicinarci alla filosofia buddista e al vero significato de “La Saggezza della Compassione”.

Articoli che potrebbero interessarti

  • 81
    A margine della recensione sull’ultimo album del Pollock Project (Quixote, Tre Lune Records, Helikonia 2013), abbiamo l’occasione d’incontrare Marco Testoni. Questo il piacevole dialogo, abbastanza raro per un incallito intervistatore come il sottoscritto. Buona lettura. Immaginiamo di stare su un palco buio e tu sotto le luci di uno Spot.…
    Tags: è, non, in, per, più
  • 81
    Questo nuovo Concerto Grosso sembra essere una tela d’atmosfere verso un mondo di idee alternative, distinto da una sana e seria ricerca su tutto ciò che si muove nell’ambito della cultura musicale contemporanea. Guardandoci intorno, quantifichiamo i corsi ed i ricorsi di apprendimento rapido, talora distorto , del Progressive più…
    Tags: per, in, non, nel, è
  • 73
    CAP. XVII Giù la maschera Il grosso portone dai cardini arrugginiti si spalanca. Dietro il pesante uscio, un piccolo corpo lo regge in attesa che io ne varchi la soglia ed entri in casa. Un cigolio e il portone si chiude. Clodine mi fa strada passando avanti e, senza aprire…
    Tags: è, per, si, non, in
Pubblicato da nel 17 giugno 2014 alle ore: 8:00. Archiviato sotto Politiche Culturali. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>