Socialize

SeeYouSound, quando il cinema racconta la musica

Print Friendly
See you sound Torino

See you sound Torino

(di Giuliana Prestipino) Si è conclusa ieri a Torino con grande successo la 2° edizione del primo Festival internazionale di cinema in Italia dedicato interamente a tematiche musicali, il “Seeyousound. International Music Film Festival”. Dopo il suo debutto nel 2015 a San Salvario, cuore pulsante della vita notturna torinese, si ripresenta a distanza di solo nove mesi con una veste più strutturata, nella sua giusta collocazione, sotto la Mole al Cinema Massimo, storico tempio del cinema torinese che ha visto nascere il consolidato TFF (Torino Film Festival) e con un’affluenza nelle sale triplicata. Tra le sezioni di film in concorso e le due di rassegna diversi i film in anteprima nazionale.
Ad aprire il Festival, nella sezione Into the groove, il film “B-Movie Lust & Sound in West-Berlin”, documentario ipnotico sugli anni irrequieti e trasgressivi della Berlino ovest degli anni ’80, a presentarlo in sala lo stesso coautore e protagonista Mark Reeder, padre fondatore della Love Parade. Sempre in questa rassegna trasversale una pellicola leggendaria del 1927 di Alan Crosland, “The jazz singer”, che segna l’inizio dell’era del cinema sonoro e “Danny Collins-La canzone della vita” con un Al Pacino nella sua forma migliore nei panni di una rockstar attempata, tutta sregolatezza e poco genio, che riceve in ritardo di quarant’anni una lettera di John Lennon che avrebbe potuto cambiargli la vita se solo l’avesse letta a vent’anni. Ispirato ad una storia vera, con la regia dello sceneggiatore di “Crazy stupid love” Dan Fogelman, lo vedremo in primavera nelle sale italiane. Fiore all’occhiello del Festival e curata da Juanita Apràez Murillo la rassegna Music is the weapon, dedicata alla musica come arma di lotta politica in difesa dei diritti civili, come cura contro l’ignoranza e gli estremismi.
Tra gli 8 film in concorso nella sezione “Long play” commovente il ritratto di Andrè Hazes nel film “Bloed, zweet en tranen” (Sangue, sudore e lacrime) di Diederick Koopal, travagliata parabola umana e artistica del celebre cantante folk olandese molto amato in patria, campione d’incassi in Olanda aggiudicandosi il Golden Film nel 2015. Unico film italiano in concorso “Sicily Jass” di Michele Cinque è il viaggio nella New Orleans dei primi del ‘900 a caccia dei pionieri siciliani del jazz, fondatori dell’Original Dixieland Jazz Band. E sempre tra i titoli in concorso non poteva mancare un omaggio a David Bowie nel film “Low”. In competizione anche i cortometraggi nella sezione “7 Inch” e i videoclip nella sezione “Soundies”. Il direttore Maurizio Pisani ha tenuto a sottolineare che il Festival si regge sulla tenacia, la professionalità e l’entusiasmo di chi ha creduto in questo progetto, sugli sponsor e il crowdfunding.

Articoli che potrebbero interessarti

  • 69
    Per il terzo anno consecutivo in occasione dell’anniversario della nascita di Nelson Mandela, L’Isola del Cinema propone per Isola Mondo una tre giorni di cinema e cucina sudafricana. Per tre sere consecutive il 17, 18 e 19 luglio gli chef Sacha Kingston e Lisa Lizzio proporranno un menù sudafricano presso…
    Tags: in, film, cinema
  • 58
    Sono aperte e gratuite le iscrizioni alla prima edizione dell’ASFF - AS FILM FESTIVAL 2013, primo festival del cortometraggio ideato ed organizzato da ragazzi con Sindrome di Asperger. Il bando – visibile al link www.asfilmfestival.org scade il 15 maggio 2013. Il festival si terrà a Roma a metà giugno 2013.…
    Tags: festival, in, film
  • 58
    Non sembra fuor di senso della misura affermare che l’Indie Rock in Italia continua a produrre, da decenni, band di sicuro spessore, il cui interresse per la chitarra (Fender o Gibson) si è trasferito in una dimensione ben più ampia, più artisticamente matura, rapida evoluzione di un genere e di…
    Tags: in
© 4ARTS - Tutti i diritti sono riservati vietata la riproduzione
Pubblicato da nel 29 febbraio 2016 alle ore: 18:06. Archiviato sotto Cinema,Musica,Politiche Culturali. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>