Socialize

Smart Working, il futuro del lavoro è a casa

Print Friendly, PDF & Email
Smart Working, il futuro del lavoro è a casa

Smart Working, il futuro del lavoro è a casa

Lo smart working è il nuovo modello di lavoro che diverse multinazionali, ma non solo, stanno adottando nei confronti dei propri dipendenti. Una giornata a settimana può essere dedicata ai propri impegni professionali seduti comodamente sul divano di casa in compagnia del proprio laptop opportunamente collegato alla rete aziendale. Da un punto di vista psicologico è ormai accertato che questa modalità produttiva ha benefici sia per il lavoratore ma anche, per la produttività, per l’azienda. La casa è infatti un luogo tranquillo dove poter trovare ottima concentrazione al riparo dagli open space che ormai imperversano nelle grandi hall che ospitano decine di impiegati. Questa opportunità è in Italia già legge, approvata con un Ddl dal Consiglio dei Ministri a gennaio 2016. Il 67% degli Italiani vorrebbe un orario di lavoro più flessibile: lo smart working è ormai un’opportunità sempre più ambita dai lavoratori. Lavorare da casa, seppur con modalità diverse, è in cima ai desideri dei lavoratori. La Randstad Holding nv. - multinazionale olandese attiva dal 1960 nella ricerca, selezione e formazione di Risorse Umane e somministrazione di lavoro, presente in ben 39 paesi – in occasione del Randstad Award 2016 ha commissionato uno studio all’istituto belga ICMA, condotto su oltre 200.000 persone, allo scopo di comprendere quali sono i fattori che spingono i lavoratori a scegliere un’azienda al posto di un’altra. I risultati emersi evidenziano come il principale elemento considerato nel valutare un lavoro è la retribuzione, seguono la sicurezza del posto di lavoro, l’atmosfera di lavoro piacevole, la possibilità di mantenere equilibrio tra vita pubblica e privata, le buone condizioni economiche dell’azienda, la crescita e le opportunità di carriera, mansione interessante e stimolante, un luogo di lavoro comodo da raggiungere, l’opportunità di ricevere formazione e la flessibilità. I risultati dell’indagine incoronano Ferrero come l’azienda italiana più attrattiva da parte dei potenziali dipendenti, risultando prima in ben 4 dei dieci fattori sopra elencati; seguono, sul podio delle aziende preferite dai lavoratori italiani, Apple e Maserati. I desiderata dei lavoratori mostrano notevoli differenze di genere, perché le donne ricercano maggiore stabilità ed equilibrio tra vita professionale e privata, mentre gli uomini ritengono più importante la solidità finanziaria, le prospettive di carriera e la formazione. In generale, tuttavia, emerge un quadro che evidenzia come i lavoratori desiderino principalmente maggiore flessibilità sul posto di lavoro: il 45% degli italiani lavorerebbe di più per uno stipendio più alto, a riprova del fatto che la retribuzione sia la motivazione principale che spinge a lavorare oltre l’orario lavorativo stabilito per contratto. Tutti coloro che desiderano lavorare meno ore al giorno indicano come motivazioni il desiderio di avere più tempo libero per sé (soprattutto gli uomini), una vita meno stressante e la volontà di trascorrere più tempo con i figli (soprattutto le donne).



Articoli che potrebbero interessarti

  • 60
    A margine della recensione sull’ultimo album del Pollock Project (Quixote, Tre Lune Records, Helikonia 2013), abbiamo l’occasione d’incontrare Marco Testoni. Questo il piacevole dialogo, abbastanza raro per un incallito intervistatore come il sottoscritto. Buona lettura. Immaginiamo di stare su un palco buio e tu sotto le luci di uno Spot.…
    Tags: è, in, l, per, più
  • 57
    Il Partito Democratico ha messo al centro dei suoi impegni la cultura, l'arte e lo spettacolo dal vivo. I modi e i tempi con i quali intende attuare il programma sono dichiarati in modo esaustivo sul sito del PD. Cosa riuscirà a fare lo vedremo ma, nei fatti, è indubbiamente…
    Tags: per, è, in, i, dei, l, degli, come, più
  • 54
    CAP . II   I quartieri parigini e il Louvre E’ da un  po’ che la finestra della mia camera ci prova a farmi svegliare. Mi sta sbattendo in faccia una luce intensa così da infastidirmi e farmi lasciare il letto, ma io faccio finta di niente e ficco la…
    Tags: in, per, è, l, i, dal, come
Pubblicato da nel 13 marzo 2016 alle ore: 9:57. Archiviato sotto Innovazione. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>