Socialize

Laboratorio di scrittura per detenuti

Print Friendly, PDF & Email
Laboratorio di scrittura per detenuti

Laboratorio di scrittura per detenuti

Impegno, è questa la parola d'ordine della casa editrice Mds, di Vecchiano, in provincia di Pisa. Impegno culturale, con le numerose pubblicazioni che hanno reso il piccolo editore uno dei più attivi nel variegato panorama nazionale e con i concorsi finalizzati a individuare nuovi talenti, impegno sociale, con i laboratori e in particolare con il progetto Gabbie, svolto all'interno del carcere Don Bosco di Pisa, politico, con la riedizione di un romanzo che negli anni della sua prima pubblicazione (Sellerio) ha rappresentato un caso per la capacità di unire il mondo fantastico della narrativa con la storia del movimento anarchico della costa toscana, una zona che ha visto agli inizi del '900 la più alta concentrazione di anarchici in Italia. Ma andiamo con ordine e cominciamo dal laboratorio di scrittura nel carcere di Pisa. Dopo il successo della prima edizione, denominata Favolare, i curatori, Antonia Casini e Giovanni Vannozzi, grazie anche alla piena collaborazione della direzione del carcere hanno organizzato anche la seconda edizione, denominata Gabbie. Al laboratorio hanno partecipato numerosi detenuti e, in qualità di docenti, i più importanti esperti del territorio. E proprio gli esperti, come già nella prima edizione, hanno poi composto racconti basati sul titolo del laboratorio, racconti poi raccolti in una antologia il cui incasso sarà devoluto al reinserimento dei detenuti nella vita sociale. Scadono invece il 2 luglio i termini per aderire al concorso Fuori dal tempo, diviso in quattro sezioni, racconti, poesie, pittura e fotografia. Il concorso richiede una quota di partecipazione, ridotta per gli under 25, e ciascuno sezione prevede un primo premio di 400 euro. Il romanzo riscoperto, infine, è Una città proletaria, di Athos Bigonciali. Con uno stile elaborato basato su un intenso lavoro linguistico e alla riscoperta di forme dialettale tipiche dei lavoratori toscani del primo '900, Bigonciali ci racconta un periodo significativo della nostra storia, un periodo nel quale molte delle dinamiche e delle lotte che avrebbero poi segnato tutto il '900 italiano sono nate e si sono sviluppate. Il tutto alla luce di una tradizione, quella anarchica, che se in altri paesi europei ha vissuto momento di grande partecipazione popolare, basti pensare alla Catalogna negli anni '30, in Italia è sempre stata minoritaria.  Chi volesse procurarsi il libro, partecipare al concorso o prendere visione delle attività di Mds può andare direttamente sul sito, www.mdseditore.it, scrivere a concorso@mdseditore.it info 3285461837 o 3206994293

Articoli che potrebbero interessarti

  • 54
    A margine della recensione sull’ultimo album del Pollock Project (Quixote, Tre Lune Records, Helikonia 2013), abbiamo l’occasione d’incontrare Marco Testoni. Questo il piacevole dialogo, abbastanza raro per un incallito intervistatore come il sottoscritto. Buona lettura. Immaginiamo di stare su un palco buio e tu sotto le luci di uno Spot.…
    Tags: è, in, per, più
  • 52
    E' stato approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto legge “L’Istruzione riparte”, per apportare alcune riforme nella scuola e nell'università. Molti gli interventi che potrebbero sensibilmente migliorare la situazione generale dell'istruzione, che da anni denuncia la necessità di misure organizzative urgenti, oltre alla cronica mancanza di fondi disponibili. Oltre agli…
    Tags: per, in
  • 51
    Il Partito Democratico ha messo al centro dei suoi impegni la cultura, l'arte e lo spettacolo dal vivo. I modi e i tempi con i quali intende attuare il programma sono dichiarati in modo esaustivo sul sito del PD. Cosa riuscirà a fare lo vedremo ma, nei fatti, è indubbiamente…
    Tags: per, è, in, i, dei, delle, più
Pubblicato da nel 27 aprile 2016 alle ore: 10:08. Archiviato sotto Bandi e Concorsi,Libri,Politiche Culturali. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>