Socialize

Il velo per me, il velo per mia mamma

Print Friendly, PDF & Email
Il velo per me, il velo per mia mamma

Il velo per me, il velo per mia mamma

(Suchi Rahman) - Mi chiamo Suchi Rahman, sono una ragazza mussulmana di 17 anni. Sono nata in Bangladesh, ma vivo a Roma da 14 anni per motivi economici. I miei genitori sono bengalesi, mio padre si chiama Saidur e mia madre Kea. Con loro ho sempre avuto un buon rapporto. Mi hanno sempre lasciata libera di seguire o non seguire alcune regole che la mia religione impone, ad esempio non indosso l'hijab. Io ho scelto di non portarlo perché mi fa sentire a disagio: diversa dalle altre ragazze.  Con questa mia decisione non sto dicendo che è un male portare l'hijab, anzi rispetto tutte le ragazze mussulmane che lo portano. Ma sono arrivata in Italia all'età di 3 anni, ho vissuto la mia infanzia e sto vivendo la mia adolescenza a Roma, mi sento quasi di appartenere al mondo occidentale e quasi non mi ritrovo più in alcune regole, pensieri e concetti della mia cultura e della mia religione.  Mia mamma non mi ha mai obbligata a indossare l'hijab, nonostante lei abbia iniziato a portalo da un anno. Lei crede nel fatto che portare l'hijab sia un segno di rispetto per Allah e per la nostra cultura. Io invece penso che non sia esattamente un segno di rispetto per Allah, ma è solo un sistema che creato dalla società islamica per imporre un obbligo alle donne. Io non penso che se una donna mussulmana si rifiuti di coprire i capelli, sia più meno devota di una donna che ha scelto invece di coprirsi i capelli. Ognuno di noi, ogni giorno, dimostra la propria devozione verso Dio senza dover per forza seguire delle regole imposte dalla propria religione.

Articoli che potrebbero interessarti

  • 77
    Cari lettori, inizia oggi una piccola, nuova avventura per 4ARTS: la pubblicazione di un giallo a puntate (un capitolo a settimana), firmato dalla nostra collaboratrice Annamaria Porrino. Nel pieno stile dell'autrice, si tratta di un lavoro accattivante, ricco di atmosfere e spunti di riflessione, che siamo certi apprezzerete. Buona lettura…
    Tags: per, in, mi, si, è, i, non
  • 71
    CAP . II   I quartieri parigini e il Louvre E’ da un  po’ che la finestra della mia camera ci prova a farmi svegliare. Mi sta sbattendo in faccia una luce intensa così da infastidirmi e farmi lasciare il letto, ma io faccio finta di niente e ficco la…
    Tags: in, mi, per, è, si, non, i
  • 69
    CAP. XVII Giù la maschera Il grosso portone dai cardini arrugginiti si spalanca. Dietro il pesante uscio, un piccolo corpo lo regge in attesa che io ne varchi la soglia ed entri in casa. Un cigolio e il portone si chiude. Clodine mi fa strada passando avanti e, senza aprire…
    Tags: è, per, si, non, in, mi
Pubblicato da nel 11 giugno 2016 alle ore: 8:00. Archiviato sotto Scuola & Formazione. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>