Socialize

Minerva Auctions, un esempio di eccellenza del mercato d’aste italiano

Print Friendly
Minerva Auctions, un esempio di eccellenza del mercato d’aste italiano

Minerva Auctions, un esempio di eccellenza del mercato d’aste italiano

Il mercato delle aste italiane sta rivivendo il proprio periodo d’oro dopo una fase di crisi dovuta in generale alle problematiche economiche degli ultimi anni. La ripresa è lenta, ma costante e solida: già nel 2014 si erano visti i primi tenui segni positivi, che hanno fatto ben sperare per l’anno 2015, chiusosi infatti in proficuamente per gran parte delle case d’aste italiane, segnando una tendenza che si spera resterà costante anche nell’anno in corso. Punta di diamante degli scambi economici è stata e continua a essere l’arte moderna e contemporanea, che vede maggiori sostenitori tra i collezionisti e che più di ogni altro settore è riuscito a riassorbire il colpo della crisi. Pensiamo ad esempio a Minerva Auctions, casa d’aste romana di recente apertura che nell’ultimo anno è riuscita a mettere all’incanto numerosissimi pezzi d’arte moderna e contemporanea venduti a prezzi palesemente superiori alle stime e alle aspettative di vendita. Basterà citare che nel corso della sua 123° asta, tenutasi il 28 aprile 2016 e dedicata, appunto, alla sola Arte Moderna e Contemporanea, sono state battute per cifre da capogiro opere di tre grandi autori italiani degli anni ‘60: Visibile Questa Sera (1959) di Gastone Novelli, straordinario lavoro in tecnica mista e collage, per € 47.500; Falso Nord (1958) di Toti Scialoja, una creazione in olio e sabbia su tela, venduto per € 36.250; e un celebre smalto su tela di Cesare Tacchi, Via Condotti – Il Tranviere (1963), battuto all’asta per € 25.000. Un risultato che mette in evidenza il rinnovato interesse degli acquirenti per opere d’arte del passato prossimo, che si è tradotto in una calorosa accoglienza delle opere proposte durante l’asta. Sempre più compratori provengono dal di fuori dei confini italiani: secondo i dati forniti da Minerva Auctions, si mantiene stabile la presenza di acquirenti provenienti dall’interno dell’Unione Europea, come francesi, belgi e austriaci e i novelli dimissionari inglesi, che ancora costituiscono una gran fetta del mercato delle aste italiano. Si affermano con sempre più forza anche acquirenti asiatici, in particolare cinesi e giapponesi. In media, ci troviamo davanti a una percentuale del 15-20% di acquirenti stranieri sulla totalità delle aste. Tirando le somme di questo primo semestre del 2016, i numeri della Minerva Auctions non fanno che confermare la ripresa del mercato: rispetto allo stesso periodo del 2015, Minerva ha registrato un crescita del 34%. Un dato dovuto in parte anche all’audace scelta di tenere un’asta di libri in più rispetto all’anno precedente, tenutasi il 7 luglio riguardante Libri, Autografi e Stampe. Grazie ai risultati ottenuti, la casa d’aste romana si è riconfermata leader del reparto in Italia. Le prossime aste della Minerva Auctions sono attese per l’autunno, con in particolare quattro aste nel mese di novembre e due per dicembre. L’asta più vicina, la 128°, è fissata per giovedì 3 Novembre 2016, e riguarderà il settore della fotografia, ambito nel quale la Minerva ha avuto modo di registrare un incremento delle vendite pari al 7% nell’ultimo anno. Come da filosofia della casa d’aste, nei giorni precedenti alla data dell’asta sarà possibile visionare gratuitamente i lotti proposti, per poterli ammirare da vicino.

Articoli che potrebbero interessarti

  • 64
    Cari lettori, inizia oggi una piccola, nuova avventura per 4ARTS: la pubblicazione di un giallo a puntate (un capitolo a settimana), firmato dalla nostra collaboratrice Annamaria Porrino. Nel pieno stile dell'autrice, si tratta di un lavoro accattivante, ricco di atmosfere e spunti di riflessione, che siamo certi apprezzerete. Buona lettura…
    Tags: per, in, si, è, l, i
  • 62
    A margine della recensione sull’ultimo album del Pollock Project (Quixote, Tre Lune Records, Helikonia 2013), abbiamo l’occasione d’incontrare Marco Testoni. Questo il piacevole dialogo, abbastanza raro per un incallito intervistatore come il sottoscritto. Buona lettura. Immaginiamo di stare su un palco buio e tu sotto le luci di uno Spot.…
    Tags: è, in, l, per, più
  • 62
    CAP. VII  Il pranzo di Aurore Anche se le sue camere mansardate sono vuote, Aurore si è alzata prima del solito. L’ansia di rivedere il suo Vincent e di impossessarsi di quel documento, l’ha tenuta sveglia quasi tutta la notte. Era da tanto che aspettava questo momento ma ora è…
    Tags: si, è, per, in, i, l
© 4ARTS - Tutti i diritti sono riservati vietata la riproduzione
Pubblicato da nel 20 luglio 2016 alle ore: 10:09. Archiviato sotto Arte & Cultura,Economia. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>