Socialize

Luigi Pellegrini, l’eredità di un grande editore

Print Friendly, PDF & Email

Luigi-PellegriniIeri 20 aprile, Luigi Pellegrini è andato avanti. Ho ricevuto la telefonata dalla Casa Editrice intorno alle dieci della mattina. Sapevo che stava male, il figlio Walter e i familiari tutti lo hanno seguito in queste ore difficili con la vicinanza e l'affetto che sono anche profonda gratitudine per ciò che ha lasciato non solo alla comunità calabrese, ma al paese intero. Un esempio di virtù e di coerenza. Luigi Pellegrini è stato uomo di cultura ma, soprattutto, ha dimostrato quella tenacia e quell'intuito che solo certi calabresi hanno. Quando il meridione anima la cultura, non c'è nulla che tenga, nessun paragone possibile. Professionalità, saggezza e capacità imprenditoriale traggono linfa da quel mondo greco antico che è rimasto nel sangue di questo popolo. Lo spirito calabrese potremmo chiamarlo. Cosenza in particolare, la città dove Luigi Pellegrini fondò nel lontano 1952 l'omonima casa editrice, è l'emblema del riscatto. Noi tutti, autori Pellegrini, dobbiamo molto alla capacità di quest'uomo di credere nella forza potente e garbata del libro, veicolo che ci porta nel mondo e che ci insegna a non aver paura delle diversità. Con lui se ne va un pezzo della grande storia del nostro paese che, non a caso, ha preso forma nel profondo sud. Ma Pellegrini Editore è una realtà fortemente proiettata nel futuro grazie al magistrale lavoro del figlio Walter e della nipote Marta. Un futuro non dimentico delle radici più nobili della propria storia. Anche questo è un insegnamento.

Articoli che potrebbero interessarti

  • 65
    Melania Petriello, giovane giornalista, continua il suo percorso nel racconto della corruzione italiana: dopo la pubblicazione di  "Al mio Paese. Sette Vizi. Una sola Italia", libro edito da Edimedia, lo scenario si è allargato. Il libro ha preso le sembianze di un progetto più articolato, diventando altro, passando cioè attraverso…
    Tags: non, è, in, i, per, paese, più, ci, nel, tutti
  • 56
    A margine della recensione sull’ultimo album del Pollock Project (Quixote, Tre Lune Records, Helikonia 2013), abbiamo l’occasione d’incontrare Marco Testoni. Questo il piacevole dialogo, abbastanza raro per un incallito intervistatore come il sottoscritto. Buona lettura. Immaginiamo di stare su un palco buio e tu sotto le luci di uno Spot.…
    Tags: è, non, in, per, più
  • 49
    Lungo la strada si vedono soltanto casolari e balle di fieno accatastate vicino i granai, e camicie appese alle mollette come tanti fantasmini a testa in giù. Dietro una curva spunta una donna che coglie more insieme al suo bambino. Scendiamo dalla macchina e lo facciamo anche noi, il bambino…
    Tags: è, in, per, non, i, ci, più, ne, delle
Pubblicato da nel 21 aprile 2018 alle ore: 8:31. Archiviato sotto Arte & Cultura,Libri,Politiche Culturali. Puoi lasciare una risposta o trackback a questo articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>